Oggi tempo in miglioramento, ma da da domani nuove perturbazioni

oggi-tempo-in-miglioramento,-ma-da-da-domani-nuove-perturbazioni

Advertising
Advertising

Oltre alle piogge, ai forti rovesci e ai temporali, localmente anche intensi, il profondo vortice di bassa pressione scivolato sull’Italia ha riportato pure la neve, fino a bassissima quota lungo l’intera dorsale appenninica.

Oggi la neve ha fatto la sua comparsa, sotto i 1000 metri, pure sui monti del sud. Fra Calabria, Basilicata e Sicilia sono tuttora in atto le ultime precipitazioni nevose che stanno dando luogo a delle spolverate di neve fin dalle basse quote.

Sulla Sila oggi la neve si è spinta fin sotto i 700 metri, con accumuli anche ben al di sotto tale quota. Nel corso delle prossime ore la situazione meteorologica andrà finalmente a migliorare. Ma si tratterà di una pausa alquanto effimera visto che già dalla seconda parte di domani una nuova perturbazione, seguita da aria piuttosto fredda in discesa dalla Francia, raggiungerà le nostre regioni settentrionali, apportando un nuovo peggioramento. Nel corso della giornata di domani piogge e rovesci dal nord-ovest si estenderanno molto rapidamente alla Liguria, la Toscana e successivamente al resto del nord.

Questa nuova perturbazione proveniente dalla Francia inoltre riporterà la neve sulle Alpi, con accumuli fin dai 600-700 metri, ma localmente anche a quote un po’ più basse. Neve che tornerà pure sull’Appennino, a quote pero decisamente più alte, sopra i 1200-1300 metri. Ancora una volta le precipitazioni più intense si sposteranno verso le regioni tirreniche, fra Toscana, Lazio e Campania, dove si verificheranno rovesci e temporali, localmente anche di forte intensità.

Domenica la perturbazione con fronte a seguito si sposterà rapidamente verso il sud, favorendo un deciso miglioramento su gran parte del nord, con ampie schiarite e la cessazione delle ultime precipitazioni. Al sud invece il tempo peggiorerà, a suon di piogge, rovesci e temporali che colpiranno principalmente la Campania, parte della Calabria e buona parte del sud peninsulare. Nel corso del pomeriggio dei rovesci e dei temporali a carattere sparso potrebbero interessare anche il nord della Sicilia, rovinando il sabato pomeriggio.

Da segnalare come l’afflusso dell’aria fredda che segue la perturbazione determinerà anche un marcato calo termico che domenica si estenderà rapidamente a tutte le regioni. Freddo che continuerà a farsi sentire fino all’inizio della prossima settimana su gran parte delle nostre regioni, causa l’ingresso di vari impulsi perturbati dalle latitudini polari che manterranno il clima su standard maggiormente invernali che primaverili.

Exit mobile version