Clou del maltempo con piogge, temporali, nevicate. Caldo anomalo al Sud. Migliora dopo metà settimana

clou-del-maltempo-con-piogge,-temporali,-nevicate-caldo-anomalo-al-sud.-migliora-dopo-meta-settimana


EVOLUZIONE METEO SINO AL 20 FEBBRAIO
Un profondo Vortice di Bassa Pressione, a ridosso della Sardegna, sta caratterizzando l’avvio di settimana causando una forte ondata di maltempo dalle caratteristiche prettamente autunnali su buona parte della Penisola. Non mancheranno temporali persino violenti, mentre la neve cadrà abbondantissima in montagna sulle Alpi. L’Italia si viene a trovare nel bel mezzo fra la discesa di un flusso di correnti artiche ad ovest, tra Francia ed Iberia, e l’aria più calda pescata dal Nord Africa che va ad investire anche l’estremo Sud dell’Italia.

Grandi differenze termiche si misureranno quindi questi giorni tra il Nord e il Sud, con quest’ultimo che godrà di una fase da primavera quasi inoltrata. Con il trascorrere dei giorni, il vortice ciclonico perderà energia mentre l’aria fredda guadagnerà un po’ di terreno sull’Italia Centro-Settentrionale. Da metà settimana andremo verso un miglioramento, salvo che sul Meridione dove si avrà in questa fase forte maltempo per un secondo vortice depressionario in risalita verso lo Ionio. Dal week-end inizierà a premere l’anticiclone.

VEDIAMO IL DETTAGLIO DEL BOLLETTINO METEO
Giornata di lunedì che si aprirà all’insegna di forte maltempo temporalesco sulla Sardegna, così come su Lazio e Campania, poi in rapida estensione verso le rimanenti regioni centrali e dalla sera sul Nord Italia, ove ci attendiamo precipitazioni abbondanti specie su Emilia Romagna e Triveneto. Probabili nevicate in genere a partire dai 1000-1200 metri su Alpi ed Alto Appennino, ma con locali sconfinamenti temporanei a quote inferiori durante i fenomeni più intensi. Nevicherà oltre i 1300-1400 metri in Appennino Centrale e Sardegna. Al Sud e Sicilia prevarrà tempo asciutto e caldo anomalo, con picchi termici di 22/24 gradi.

Martedì ancora maltempo su Nord e Toscana, con precipitazioni diffuse e neve attorno agli 800-1000 metri, localmente a quote inferiori tra Basso Piemonte ed entroterra ligure. Pioverà, a tratti con rovesci e qualche temporale, sulla Sardegna, le restanti aree del Centro Italia, Campania, Puglia Garganica ed ovest della Sicilia. Neve in Appennino oltre i 1300-1500 metri e sui monti della Sardegna oltre i 1200 metri. Al Sud ancora tempo migliore e con poche variazioni di temperatur: si misureranno picchi ancora oltre i 20 gradi.

A metà settimana ci aspettiamo un corposo peggioramento al Sud Italia per effetto di un secondo vortice di bassa pressione. In questa fase le temperature mostreranno una generale flessione su tutto il Centro-Sud, per la cessazione del flusso africano. Avremo sprazzi d’inverno, con freddo moderato al Centro-Nord, dove però il meteo migliorerà seppur in un contesto di variabilità. Ci avvieremo verso un weekend più soleggiato.

PREVISIONI METEO LUNGO TERMINE, IN BREVE
Confermiamo il probabile ritorno dell’Anticiclone africano subito dopo il 20 febbraio. Durata da definire, ma potrebbe poi presto intervenire un nuovo peggioramento da ovest. Proseguirebbe il meteo dinamico.

Rammentiamo che il trend a lungo termine va inteso espressamente come linea di tendenza solo generale, che può tuttavia subire stravolgimenti anche importanti.




Exit mobile version